Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy
Seguici su
cerca

Assegno di maternità - Area Famiglia

Come richiedere il contributo e a chi è rivolto.

Cos'è

Servizio per la concessione di assegni di maternità a donne non lavoratrici (con alcune eccezioni) che abbiano i requisiti economici familiari di Indicatore della Situazione Economica ISEE previsti dal Decreto Legislativo 151/01 (Testo Unico) - art. 74 e successive modifiche .

A chi si rivolge

l servizio è rivolto a madri naturali, adottive e affidatarie preadottive, residenti nel Comune di Verona, con cittadinanza italiana, comunitaria oppure extracomunitaria in possesso di titolo di Soggiorno. 

Per le adozioni: gli adottandi devono avere meno di 6 anni per adozioni/affidamenti nazionali, meno di 18 anni per adozioni/affidamenti internazionali;

Requisito della  cittadinanza:

  1. italiana oppure di uno Stato comunitario;
  2. titolare dello status di rifugiato politico (possesso del titolo di viaggio)
  3. di uno stato extracomunitario purché in possesso di titolo di soggiorno tra quelli qui di seguito indicati:
    •  carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato comunitario;
    •  carta di soggiorno di familiare di cittadino dell’Unione (o italiano), di durata quinquennale;
    • permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (in avanti semplicemente “permesso di soggiorno CE”) rilasciato a tempo indeterminato.
    •  Permesso di soggiorno della validità minima di un anno. • residenza nel territorio dello Stato alla data dell’evento;

Requisito della residenza

- nel comune di Fumane al momento della domanda;

Requisito dell' Indicatore della Situazione Economica I.S.E.E

La condizione è che i redditi ed i patrimoni posseduti dal nucleo familiare della madre al momento della data della domanda di assegno non superino il valore dell’Indicatore della Situazione Economica ( ISE) applicabile alla data di nascita del figlio (ovvero di ingresso del minore nella famiglia adottiva o affidataria).
Ai fini della dichiarazione ISE è comunque possibile ricevere opportuna assistenza da parte dei CAF convenzionati con il Comune di residenza.

Requisito dello status non lavorativo

La richiedente deve essere casalinga o disoccupata, o non essere beneficiaria di alcuna tutela economica della maternità, oppure essere beneficiaria di trattamenti previdenziali e/o economici di maternità obbligatoria il cui importo complessivo è inferiore a quello dell'assegno previsto dalla legge in questione (in questo caso la madre può fare richiesta solo per la differenza tra i due importi)

Come si ottiene

Per  la domanda il Comune di Fumane si avvale del servizio offerto dai CAF coonvenzionati:  CAF CISL  e CAF CGIL che hanno uffici anche in Valpolicella.

L'importo del contributo è € 1.545,55, per minori nati, adottati o affidati nell’anno, oppure un importo pari alla differenza con eventuali inferiori indennità di maternità (rivalutato annualmente in base all'indice ISTAT).

Costi

Il servizio è gratuito.